MILANO 31 MARZO: APPELLO PER UNO SPEZZONE NAZIONALE DEI MOVIMENTI DI LOTTA PER LA CASA!

Milano -

 

Basta persone senza casa, basta case senza persone! 
Stop a sfratti, sgomberi e pignoramenti! I territori sono di chi li vive! 

Ogni giorno le nostre città sono colpite da speculazioni immobiliari e finanziare, da grandi opere spesso inutili e dannose. In nome della crisi e delle misure di "austerity" tagliano servizi, welfare, casa e redditto, ma continuano a spendere milioni di euro per portare avanti progetti come EXPO 2015 a Milano, costruendo freneticamente e gettando continue colate di cemento, mentre 30.000 appartamenti restano sfitti. Immobiliari e finanziarie mettono a bilancio proprietà immobiliari ipervalutate, pure se vuote, come garanzia per continuare ad indebitarsi, in un meccanismo dove la speculazione immobiliare è tutt'uno con la speculazione finanziaria.Per questo non pagare il debito significa lottare contro chi devasta e saccheggia i territori, dalla costruzione del TAV alla dismissione del patrimonio di edilizia pubblica che nega i diritti ai molti, in favore degli interessi dei pochi, dimostrando che non vi è alcuna democrazia in chi governa i territori con grandi opere inutili, in chi sfratta e sgombera per arricchirsi, in chi scavalca la volontà delle popolazioni a favore dei propri interessi.

Questi movimenti fanno paura al governo dei tecnici del debito e dei politici ladroni, perchè hanno armi preziose: quella della solidarietà di chi lotta fianco a fianco, nei quartieri popolari come in valle.
La crisi del debito restituisce un paese più povero e disuguale, dove i tagli alla spesa sociale riducono drasticamente tutele e diritti. Per questo diciamo che "Casa" significa dignità e sicurezza sociale. Il governo Monti presenta un conto salatissimo a chi, fino ad oggi, ha già pagato caro. Non si può finire per strada perché non si riesce più a pagare l'affitto o il mutuo, perché si è perduto il lavoro. L'emergenza abitativa è l'effetto brutale della crisi: solo una moratoria sugli sfratti può offrire a decine di migliaia di famiglie un'opportunità di risalita. Nessuna famiglia deve più essere costretta a lasciare l'alloggio senza che sia stata individuata una nuova soluzione abitativa. Nessuna persona può restare senza casa, ancor di più perché troppe case continuano a restare senza persone.

A partire dai quartieri popolari in cui i comitati di abitanti si autorganizzano dal basso per resistere agli sgomberi e che quotidianamente costruiscono territori liberi e partecipati, invitiamo tutte realtà in lotta per il diritto alla casa in Lombardia in Italia a costruire uno spezzone nel corteo No Debito che abbia come parole d'ordine: moratoria sugli sfratti - stop agli sgomberi e ai pignoramenti - passaggio da casa a casa - stop alla svendita del patrimonio pubblico a partire dalle case popolari - requisizione delle proprietà delle banche e delle grandi immobiliari per trasformarli in edilizia pubblica.

CASA - DIRITTI - DIGNITA'

Sabato 31 Marzo ore 14:00 CORTEO NAZIONALE CONTRO IL DEBITO!

Appuntamento ore 13.30 in piazza Medaglie d'oro

Pre-appuntamento ore 10.30 in piazza Selinunte per allestire e costruire lo spezzone

Per firmare l'appello:
casapertuttimilano@gmail.com

Pre-appuntamento ore 10.30 in piazza Selinunte per allestire e costruire lo spezzone

Comitato Abitanti San Siro, Abitanti via Fleming-Pastonchi,  Comitato mercato dei Polli, Comitato Primaticcio Giambelino 
 Abitanti via quarti Baggio, Comitato ex case d'amianto , GTA Cologno,  Centro Sociale Cantiere Milano, Spazio Micene, Spa Eterotopia San Giuliano,   Blocchi Precari Metropolitani Roma,  Csoa Gabrio - Sportello Casa San Paolo Torino, Campagna "An Paga Mia"-Bergamo, Coordinamento Provinciale No sfratti brescia - Associazione Diritti per Tutti Brescia,  As.i.A Roma, As.i.a Bologna, As.i.a Bergamo, As.i.a Milano, Unione Inquilini Milano

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni