NON C'E' SICUREZZA SENZA DIRITTI, 14 GIUGNO MANIFESTAZIONE: CASA, REDDITO, DIRITTI PER TUTTI E TUTTE

MANIFESTAZIONE DELLA ROMA ANTIRAZZISTA ED ANTIFASCISTA, DELLA SOLIDARIETA' E DELLE DIFFERENZE, DELL'AUTOGESTIONE E DELLA CULTURA DIFFUSA, DELLE PERIFERIE E DELLE LOTTE SOCIALI

Roma -

 

 

 

Sabato 14 Giugno ore 16
MANIFESTAZIONE via del Castro Laurenziano (Piazzale Verano)

Caduto l’IMPERATORE dello spettacolo e del mattone, NON CADE L'IMPERO.

Nel nostro vocabolario alle parole insicurezza e paura troviamo scritto precarietà a vita, reddito incerto, ritmi di lavoro inaccettabili e morte sul lavoro ed una qualità  della vita che non migliora mai, ferita attraverso la demolizione dei diritti e degli spazi di libertà. La nostra “insicurezza” è legata al carovita, alla mancanza di reddito, all’aumento spropositato degli affitti e dei prezzi delle  case, ad un processo di precarizzazione del lavoro e della vita che non consente ad una fascia sempre più ampia di cittadini di arrivare alla fine del mese e di vivere dignitosamente.

LA NOSTRA INSICUREZZA è legata alla condizione di ricattabilità permanente in cui stanno relegando i migranti che vivono e lavorano nelle nostre città e nel nostro paese, a cui vengono negati  accoglienza e diritti, perché ciò è utile ad alimentare una folle  competizione al ribasso nel mercato del lavoro, a scavare solchi di  solitudine ed incomunicabilità sociale. In questi anni Roma è STATA LA METROPOLI più produttiva d’Italia, tempio dello sfruttamento e della precarietà, capitale dei Re di Roma e città delle baraccopoli. In questi anni Roma è stata deturpata e saccheggiata dai pescecani  della rendita (Caltagirone, Toti, Ligresti, Parnasi, Pulcini, Santarelli, Scarpellini) e da una giunta che ha votato un Piano Regolatore che ha premiato oltremisura i grandi costruttori ed è fortemente deficitario sul fronte dell’emergenza abitativa. Grazie a queste strategie, Roma è oggi una delle metropoli  mondiali con i prezzi più alti per l'affitto e per l'acquisto di una  abitazione, con 270 mila case sfitte e una lista d'attesa per una casa popolare lunga 35 mila famiglie. 

L'ALTRA ROMA...

L'ALTRA ROMA DIFENDERA' i centri sociali conquistati aprendo nuovi  spazi di aggregazione e solidarietà, socialità e mutualismo,  autorganizzazione e controcultura in ogni quartiere.

L'ALTRA ROMA CONQUISTERA' un vero piano di Case Pubbliche per dare una abitazione degna a tutti e tutte, italiani o migranti, per  sottrarre le nostre vite agli interessi del mercato e riconquistare  la casa come bene comune.

L'ALTRA ROMA DIFENDERA' le grandi risorse dei nostri territori, per la vivibilità ed i servizi nei nostri quartieri in difesa dei beni  comuni e della nostra salute.

L'ALTRA ROMA CONQUISTERA' un lavoro sicuro ed un reddito garantito per tutti e tutte, parità di diritti e politiche di accoglienza per costruire una città plurale, delle diversità e delle molteplicità,  attraverso l’autogoverno.

L'ALTRA ROMA DIFENDERA' quelle forme di vita, espressive, artistiche che entrano in conflitto con le regole del mercato dello spettacolo e  del divertimento. 

Roma non diventerà mai chiusa, inospitale, razzista. 

Action, Blocchi Precari Metropolitani, Coordinamento cittadino Lotta per la casa, Comitato Obiettivo Casa, AS.I.A.-RdB

*******

Acrobax, Angelo Mai, Astra 19, Auro e Marco, Brancaleone, CCP Tufello, Corto Circuito, Decolliamo, Esc, Ex 51, Ex Snia, Factory, Forte Prenestino, Horus occupato, Intifada, Kollatino, Lucha y Siesta, Onda Rossa 32, Rialto, Ricomincio dal Faro, Sans Papiers, Spartaco, Spazio occupato Il comitato primavalle, La Strada, Strike, La Talpa, La Torre, Villaggio Globale, Vittorio occupato, Zona rischio

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni