Roma. Irrituale iniziativa degli Inquilini di via Pasquale II per le votazioni comunali del 26-27 maggio.

Roma -

COMUNICATO STAMPA

 

Irrituale iniziativa verrà adottata il 26 e 27 maggio prossimo dagli Inquilini di via Pasquale II (Primavalle) in occasione delle votazioni comunali, per denunciare il totale disinteresse dei Candidati a Sindaco dell’emergenza Casa di chi non ce l’ha in proprietà.

Si è svolta ieri sera l’Assemblea degli Inquilini di Cassa Notariato di via Pasquale II a cui erano invitati i candidati a Sindaco Alemanno, De Vito, Marchini e Marino, tra i quali vi è il probabile futuro Sindaco. Nessuno dei quattro ha avuto la sensibilità di partecipare.

La loro assenza non è mortificante per noi Inquilini, semmai lo è per loro,  poiché rappresenta comunque un chiaro e politico disinteresse in merito al grande problema dell’emergenza abitativa nella quale si trovano coloro che non hanno la Casa di proprietà.

Tutti si stanno preoccupando/occupando del “problema” IMU per chi ha in proprietà la casa.

Nessuno si preoccupa e si preoccuperà invece delle decine di migliaia di famiglie e di elettori romani che vivono in locazione e rischiano di perdere la casa a seguito di: dismissioni immobiliari a prezzi speculativi, sfratti per finita locazione, affitti e/o aumenti dei canoni di locazioni spropositati, in cui sono particolarmente interessati e colpiti gli inquilini che occupano gli immobili degli Enti previdenziali privatizzati, Fondi Immobiliari e Assicurazioni.

Nonostante il movimento degli inquilini negli ultimi mesi abbia fatto parlare di sé, nessuno dei candidati ha sentito il bisogno e la sensibilità di porsi questo problema nel proprio programma e tra gli impegni da assolvere nel caso di elezione a Sindaco.

È  la conferma, che dura ormai da 15 anni, cioè dopo il  varo della legge 431/98 per la controriforma dell’equo canone, che, indipendentemente dal versante e schieramento politico, NESSUN candidato Premièr o Sindaco, partito o schieramento che conti, si è fatto, si fa e farà carico delle problematiche abitative degli Inquilini, dal momento che la principale preoccupazione è solo quella di garantire e garantirsi i diritti e privilegi di chi è proprietario di abitazione.

Gli Inquilini sono la MINORANZA INVISIBILE di questa stagione elettorale.

Conseguentemente a ciò, il 26 e 27 maggio prossimo durante le votazioni, l'Assemblea ha deciso di attuare una irrituale iniziativa per denunciare questa situazione. Proponendosi poi di riproporla a tutto il movimento dell’inquilinato romano nelle successive votazioni del probabile ballottaggio.

Roma – sabato, 16 maggio 2013  

Comitato Inquilini PII

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni