solidarietà ai compagni arrestati

Bologna -

As.I.A.-USB BOLOGNA esprime piena solidarietà al compagno Paolo Di Vetta, ed agli altri 4 compagni arrestati ieri a Roma durante una pacifica manifestazione contro lo spreco del denaro pubblico in opere inutili come la TAV. La violenza attuata nei loro confronti dalla Polizia di Stato è quanto mai simbolo di una pericolosa ascesa del potere antidemocratico di questo governo; un governo, quello di Monti-Napolitano, che difende le lobby economiche contro chi  che difende le lobby contro chi si batte affinchè la democrazia e il bene comune prevalga.

Quanto ha dichiarato P. Leonardi, ieri calza perfettamente il nostro pensiero “Il perpetrarsi di una politica miope ed antidemocratica, che non tiene conto della profonda e crescente contrarietà nei confronti di questi progetti, obsoleti, devastanti ed appetibili per la criminalità organizzata, sta producendo l’aumento di atti repressivi nei confronti di chiunque, in Val Susa o nel Paese, osi mettere in discussione gli interessi che si celano dietro alle cosiddette ‘grandi opere’ come la TAV”.

Non risulta più credibile questo governo, che si riempie la bocca con il rispetto della legalità e poi appoggia e contribuisce alle devastazioni ambientali e alle speculazioni mafiose di pochi a scapito di welfare e diritti sociali di tutti.

Ci stringiamo attorno ai compagni arrestati che lottano per diritti sanciti dalla Costituzione Antifascista della Repubblica Italiana, usurpata oggi da burocrati banchieri, e attendiamo gli esiti del processo ancora in corso a Roma.

 

AS.I.A Usb

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni