VIA PINCHERLE, LA PROPRIETA' HA VENDUTO SETTE IMMOBILI

Roma -

Epolis

 

La beffa, oltre al danno. Nonostante l'accordo tra la Fata assicurazioni e la Regione Lazio per la vendita del 113 appartamenti di via Pincherle all'Ater così da salvare gli inquilini che, altrimenti, non avrebbero potuto comprare, la proprietà ha già venduto almeno sette appartamenti. «Si tratta di case con contratti di affitto per un altro anno - spiegano dal Comitato degli inquilini di via Pincherle -. Questa gente non se ne andrà, chiediamo l'intervento della Regione, perché ci sia almeno l'acquisto da parte loro dei sette appartamenti che attualmente sono vuoti». «Preoccupano queste vie di fuga della Proprietà che invece con questa operazione ha disatteso gli impegni presi e ha venduto sul libero mercato appartamenti occupati», dice Gemma Azuni, capogruppo del gruppo Misto.

«Siamo pronti a riprendere immediatamente le mobilitazioni, perché questo giocare al massacro sociale è veramente intollerabile», dice invece il presidente dell' XI municipio Andrea Catarci. M.R

.

 

COMUNICATO STAMPA MUNICIPIO XI: SENZA PACE GLI INQUILINI DI VIA PINCHERLE

 “Dopo gli accordi dello scorso anno, sottoscritti presso il tavolo interistituzionale alla Regione Lazio, la Fata Assicurazioni sta procedendo alla vendita di alcuni appartamenti, occupati da diverse famiglie affittuarie, dello stabile di via Pincherle, gettando nel vero e proprio dramma diverse persone con situazioni molto delicate. Si va dal caso di una signora sola, vedova, quello di una famiglia con presenza di bambini molto piccoli e inoltre un’altra famiglia composta da una mamma single con un bambino a carico. Le scadenze degli affitti sono tutte tra il 2010 e il 2012 - dichiara Andrea Catarci, Presidente del Municipio Roma XI -, gli accordi prevedevano che in caso di mancata vendita degli appartamenti, prima della messa sul mercato libero, sarebbe stata l’ATER ad acquisire le abitazioni a garanzia della permanenza nelle case dei vecchi locatari. Insieme al Comitato degli Inquilini ed ai sindacati che hanno seguito la vicenda siamo pronti a riprendere immediatamente le mobilitazioni, perché questo giocare al ‘massacro sociale’ è veramente intollerabile. Il Municipio XI - conclude Catarci - chiede all’Assessore alla Casa della Regione Lazio, Mario Di Carlo, di convocare al più presto la Fata Assicurazioni, il Gruppo Giacomazzi, l’ATER, il Comitato Inquilini, il sindacato di categoria, il Municipio Roma XI e il Comune di Roma, al fine di bloccare i casi di vendita in questione e di evitare che simili atti possano ripetersi, a garanzia del diritto alla casa di tutti gli inquilini di via Pincherle”.

 

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati