'ASSOCIAZIONE A DELINQUERE': ARRESTATI 6 OCCUPANTI DELL'8 MARZO

Roma -

 

 

Questa mattina un'operazione militare nel quartiere Magliana ha portato all'arresto di sei occupanti dell'ex scuola 8 marzo, al centro di una recente campagna diffamatoria da parte dei quotidiani il Tempo e il Messaggero tesa a criminalizzare i movimenti per il diritto all'abitare.

 

L'accusa è di “Associazione a delinquere, estorsione, violenza privata”.

 

Un centinaio di carabinieri hanno tentato l'irruzione, con una richiesta di perquisizione dell’immobile e sei mandati di arresto. I carabinieri sono stati respinti dalle famiglie, che hanno prima barricato l’ingresso e poi si sono asserragliate sul tetto dello stabile. Nel frattempo, dai palazzi vicini, decine di persone sono scese in strada per esprimere solidarietà agli occupanti.

Nel respingere le accuse della magistratura, i movimenti lanciano una campagna di mobilitazione permanente per chiedere l'immediata liberazione dei sei arrestati.

 

 

Nel pomeriggio si è tenuto un presidio con centinaia di persone davanti al carcere di Regina Coeli.

 

Giovedì 17, alle ore 17.30, assemblea pubblica presso l'ex scuola 8 marzo e venerdì ore 17.30 appuntamento per un corteo che attraverserà il quartiere Magliana.

Intanto, come ottenuto la settimana scorsa, domani incontreremo il sindaco e mercoledì parteciperemo al tavolo interistituzionale in prefettura.

 

La lotta per il diritto alla casa non si arresta! Liberi/e tutti/e subito!

 

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati