FONDO PENSIONI CONTRO INQUILINI: IERI L'INCONTRO A TRIESTE

Roma -

Fondo pensioni ex cassa di risparmio di Trieste: un fantasma si aggira in viale Colli Portuensi 187 a Roma minacciando il diritto alla casa di decine di famiglie

 

Ieri pomeriggio, alle 16.00, si è svolto presso la sede Rdb-Cub di via Rittmeyer a Trieste un incontro pubblico che ha visto la presenza di Angelo Fascetti (Associazione Inquilini e Assegnatari-RdB), Alessandro Metz (consigliere regionale Verdi) e Marisa Falovo (comitato inquilini Colli Portuensi 187).

Dopo l’introduzione di Angelo Fascetti che ha legato la vertenza delle famiglie di viale Colli Portuensi 187 contro il Fondo Pensione e l’Unicredit alla situazione più generale di grande emergenza abitativa generata dalla legge 431/98, che ha di fatto favorito la speculazione immobiliare e ha consegnato nelle mani del libero mercato le politiche abitative nazionali, Marisa Falovo, portavoce del comitato di viale Colli Portuensi, ha descritto dieci mesi di lotta contro le vessazioni dell’ente proprietario e della Gabetti Agency, intermediario nelle vendite a terzi per il Fondo/Unicredit.

La preoccupazione più grande che è emersa riguarda la possibilità che la vendita di questo lotto di alloggi acquistati dal Fondo Pensioni circa quarant’anni fa, rappresenti un’esperienza pilota generalizzabile al restante patrimonio immobiliare del Fondo in funzione di una forte ricapitalizzazione guidata da Unicredit.

Dato che larga parte del patrimonio immobiliare risiede a Trieste, i cittadini e le cittadine triestini/e presenti all’incontro hanno mostrato una forte preoccupazione. Oltretutto hanno denunciato anche il forte incremento degli affitti che stanno sfiorando i prezzi di mercato.

Il consigliere Metz si è impegnato già da lunedì 17 dicembre ad approfondire la questione, sia per sostenere le famiglie romane difese dalle RdB, sia per tutelare le centinaia di inquilini affittuari del Fondo Pensione residenti a Trieste. ‘Prendere per tempo questa situazione significa molto per noi, per non ritrovarci nella situazione romana’ - ha detto il consigliere dei Verdi – ‘e soprattutto’ - ha proseguito – ‘la pressione che noi possiamo esercitare qui può aiutare la trattativa romana’.

Angelo Fascetti ha ricordato che martedì 18 dicembre si svolgerà a Roma un incontro convocato dal Delegato all’emergenza abitativa del Comune di Roma, al quale sono stati convocati il Fondo Pensioni, la Gabetti Agency, l’assessore alla casa della Regione Lazio, gli inquilini e l’As.I.A.-RdB e ha auspicato che nonostante le resistenze fin qui mostrate dal Fondo, martedì lo si possa vedere presente. È chiaro che l’assenza verrà registrata come un atto di ostilità verso qualsiasi ipotesi di mediazione e dovrà spingere tutte le parti in causa ad assumersi le proprie responsabilità.

Al termine dell’incontro in via Rittmeyer si è concordato sulla necessità che la mobilitazione degli inquilini romani e di quelli triestini, nonché dei pensionati e degli iscritti al Fondo sensibili a questi temi, è una sola e come tale si articolerà sia a Roma che a Trieste, insieme alle RdB-Cub e alle forze politiche disponibili, cominciando dai Verdi, presenti all’incontro con Alessandro Metz.

 

15 dicembre 2007                                             

 

Angelo Fascetti

Tel. 3472257361

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni