IL GOVERNO SE NE VA E GLI SFRATTI RESTANO

Roma -

 

Le dimissioni di Prodi hanno prodotto una situazione paradossale per l’emergenza abitativa. Il Disegno di legge in discussione non è più andato avanti e il Consiglio dei ministri il 1 febbraio ha deciso per un provvedimento urgente a salvaguardia delle cosiddette categorie protette, proprio mentre la signora Maria Concetta di settantasette anni veniva sfrattata a Roma.

 

Le ultime notizie ci dicono che l’orientamento è quello di inserire il provvedimento sugli sfratti nel decreto mille proroghe e che ci vorranno 15/20 giorni perché sia operativo. Nel frattempo non conosciamo le intenzioni della Prefettura e della Questura per i prossimi accessi. Solo nel mese di febbraio ne sono previsti decine, molti dei quali riguardano ultrasessantacinquenni.

 

Per questo stamattina abbiamo sollecitato il Prefetto affinché ribadisse la seppur parziale tutela, venuta meno venerdì scorso, verso le categorie protette. Oltretutto vorremmo rappresentare, qualora la nostra richiesta d’incontro avrà esito positivo, che l’emergenza abitativa cittadina imporrebbe ben altri e più generalizzati provvedimenti.

 

Nel caso che nessuna tutela venisse messa in essere, presidieremo la Prefettura in forma permanente ricordando con la nostra presenza fisica l’incivile condizione in cui sono costrette migliaia di famiglie in angosciosa attesa degli ufficiali giudiziari.

Intendiamo inoltre incontrare l’Ordine dei Medici per chiedere ragione del comportamento del personale impegnato ad esaminare lo stato di salute di chi deve essere sfrattato.

 

Sta in queste cose il senso della conferenza stampa di questa mattina, alla quale hanno partecipato, oltre alla signora Sisinni messa in strada pochi giorni fa da uno zelante ufficiale giudiziario coadiuvato dalla forza pubblica e da un medico molto disponibile, numerosi cittadini che rischiano lo sfratto, come Maria Luisa (78 anni) per cui si prevede l’uso della forza pubblica il 27 febbraio.

 

Presenti inoltre consiglieri comunali e provinciali, che hanno poi incontrato il capo di gabinetto del Prefetto. Lo stesso Prefetto Mosca si è reso disponibile per un incontro nella giornata di oggi o al più tardi di domani.

 

                                                                                                         AS.I.A.- RdB

 

 

Dispacci agenzie:

CASA: SFRATTATI E SINDACATI MANIFESTANO DAVANTI PREFETTURA
CRO S43 QBXL CASA: SFRATTATI E SINDACATI MANIFESTANO DAVANTI PREFETTURA (ANSA) - ROMA, 4 FEB - Chiedono un incontro con il prefetto di Roma Carlo Mosca i rappresentanti del sindacato Asia RdB Cub, circa una trentina, che questa mattina si sono dati appuntamento davanti a palazzo Valentini, sede della Prefettura. Sullo striscione esposto la frase «Stop: sfratti e sgomberi», soprattutto delle persone appartenenti alle categorie protette. Quella del sindacato è una lotta che dura da molto tempo e che, oggi, è stato spiegato, è stata rafforzata dallo sfratto, attraverso la forza pubblica, di una signora di 77 anni che, venerdì scorso, «è stata buttata fuori di casa dall'ufficiale giudiziario e da tre poliziotti che hanno accompagnato il padrone di casa e il medico della signora». A dare sostegno ai manifestanti il capogruppo dei Comunisti italiani in Campidoglio Fabio Nobile e il consigliere provinciale di Sinistra critica Nando Simeone. Entrambi sollecitano «un intervento del prefetto affinchè gli sfratti forzati vengano bloccati soprattutto quando colpiscono persone anziane e con problemi di salute o famiglie con bambini. Questo dovrebbe essere un provvedimento da attuare in attesa dell'intervento del governo che regoli la materia».(ANSA). YJ9-ST/SAF 04-FEB-08 12:58 NNN

CASA: SFRATTATI E SINDACATI MANIFESTANO DAVANTI PREFETTURA (2)
CRO S43 QBXL CASA: SFRATTATI E SINDACATI MANIFESTANO DAVANTI PREFETTURA (2) (ANSA) - ROMA, 4 FEB - «I rappresentanti del sindacato Rdb Cub saranno ricevuti dal prefetto di Roma Carlo Mosca oggi pomeriggio o domani per discutere della cessazione degli sfratti forzati soprattutto per le categorie protette». Lo hanno riferito i capigruppo in consiglio comunale dei Comunisti Italiani Fabio Nobile e del Prc Adriana Spera e il consigliere provinciale di Sinistra Critica Nando Simeone uscendo da un incontro con i funzionari del gabinetto del Prefetto che, questa mattina, li hanno ricevuti mentre davanti a Palazzo Valentini era in corso una manifestazione dei rappresentati del sindacato e di alcuni sfrattati. «Il Prefetto - hanno fatto sapere - ha già dato indicazioni perchè non si verifichino più casi come quello della signora Maria Concetta, 77 anni, buttata fuori dall'appartamento di Cinecittà».(ANSA). YJ9-ST/TER 04-FEB-08 14:48 NNN

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni